lunedì 22 agosto 2016

Recensione: "il Contratto" di Elle Kennedy





Titolo: Il contratto
Series:  the Campus
Autore: Elle Kennedy
 Editore: Newton Compton
Genere:  New Adult
Prezzo ebook (link acquisto)  : €4.99 












Buongiorno lettori,
oggi una nuova recensione di un libro che ho amato alla follia e che entra senza dubbio nello scaffale dei romanzi più belli che abbia mai letto ; sto parlando de “Il Contratto” di Elle Kennedy, primo romanzo della serie The Campus edito da Newton Compton.


Sinossi:
Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare?

Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…



Finalmente una protagonista con le palle!! Perdonate il francesismo ma difficilmente le protagoniste femminili riescono a starmi simpatiche, ma devo dire che l’autrice ha creato un personaggio femminile talmente ben fatto, fantastico che vorresti incontrare se non avere direttamente come amica nella realtà!

Hannah è una ragazza bella, intelligente, che ragiona con la sua testa,  che non si lascia trasportare dalla massa, soprattutto in fatto di ragazzi.  Da tempo infatti ha una cotta per Justin, che sebbene sia un giocatore di football, ha quel fascino e quell’intelligenza che lascia la nostra Hannah senza fiato ogni volta. Ma c’è un problema, per lui Hannah è invisibile, e lei non sa più che fare per farsi notare… L’occasione propizia sembra crearsi per uno strano gioco del destino che la porterà a stringere un “patto” con l’avvenente e popolare Garrett  Graham, il sexy giocatore di hockey.

Garrett è apparentemente il prototipo dell’atleta tutto muscoli e niente cervello, super figo, un sorriso da mozzare il fiato, il classico playboy che sogna la carriera di giocatore professionista. Ma quando un esame di metà semestre abbassa notevolmente la media dei voti, rischiando di compromettergli la carriera, Garrett non sa cosa fare. Ma ecco la soluzione a tutti i suoi problemi: Hannah. Lei infatti ha preso il massimo dei voti in quell’esame e basterà convincerla a darle ripetizioni e il gioco è fatto. Per la prima volta però non è facile affatto, Hannah non è come tutte le ragazze che conosce, che farebbero di tutto per lui, e che cadrebbero ai suoi piedi. A questo punto Hannah diventa una sfida, una di quelle che non può permettersi di perdere.  E così dopo giorni interminabili di appostamenti, e di discorsi per convincerla, i due stringeranno un accordo: Hannah darà ripetizioni a Garrett, e lui farà finta di uscire con lei per aumentare la sua popolarità e finalmente avere l’occasione per avvicinarsi a Justin.

Ma quello che sembra cominciare come un semplice gioco, a poco a poco diventerà qualcosa di più. Hannan e Garrett si avvicineranno, cominceranno a conoscersi, e la ragazza capirà di essersi fatta un’idea sbagliata sul sexy giocatore, che sotto la superficie c’è molto di più…


<<[…] Non me lo sarei mai aspettato. A volte una persona ti entra dentro di soppiatto, e all’improvviso non riesci a capire come tu abbia potuto vivere senza di lei fino a quel momento. Come abbia fatto a trascorrere le giornate a uscire con gli amici, e a scoparti qualcun altro senza che nella tua vita ci fosse quella specifica persona importnate […]>>

E.C.C.E.Z.Z.I.O.N.A.L.E. nessuna parola sarà mai abbastanza per descrivere questo bellissimo libro. Fin dall’inizio ho capito che sarebbe diventato uno dei miei preferiti in assoluto! Confesso che le ambientazioni dei college, gli atleti e tutto il contorno che ne consegue, hanno un certo ascendente sulla sottoscritta. Questi rapporti odi et amo fanno sempre breccia e ancora una volta è stato così.

Ogni cosa è stata creata da Elle Kennedy in maniera magistrale, con uno stile originale, divertente, leggero, ma che riesce ad affrontare tematiche delicate senza però essere troppo frettolosa o senza darne il giusto peso. È un’autrice che davvero fa la differenza e non vedo l’ora di leggere il resto della serie, sperando che la Newton Compton non ci faccia aspettare troppo!!

Ma torniamo al romanzo; come già vi avevo accennato sopra per la prima volta ho adorato non solo il personaggio maschile, ma anche quello femminile. Hannah è una ragazza che sa cosa vuole, che pensa al suo futuro, che non si accontenta di stare con un ragazzo che non la attiri soprattutto mentalmente (brainy is the new sexy after all…). è per questo che si sente così attratta da Justin, un ragazzo che per lei oltre ai muscoli ha anche cervello, due caratteristiche che il più delle volte appartengono ad emisferi opposti.

Eppure per un gioco fortuito gioco del destino si ritrova a dare ripetizioni a “quell’imbecille di Garrett Graham”, quel donnaiolo che nemmeno ricordava il suo nome. Eppure se all’inizio Hannah si fa fuorviare dai giudizi generali su Garrett, poco alla volta, e giorno dopo giorno comincia a conoscerlo meglio e scopre che quello che appare non è che una fetta di quello che in realtà è. Ciò che è iniziato come un accordo diventa amicizia, e dall’amicizia ben presto si passerà a qualcosa di più.

Dal canto suo Graham avrà una notevole evoluzione lungo tutto il romanzo. Fin da quando ha posato gli occhi su Hannah ha capito che lei era diversa da tutte quelle che aveva incontrato. Lei è la prima a non cedere al suo fascino, ma soprattutto la prima a voler conoscere Garrett, il vero Garrett, e non il figo giocatore di Hockey.
Si conosceranno, cominceranno a fidarsi l’uno dell’altro, a condividere momenti che apparterranno solo a loro, e inevitabilmente si innamoreranno, sebbene la loro storia sarà piena di ostacoli, e di incomprensioni…

Vi ho incuriosito? Spero proprio di si, perché è una lettura che vi consiglio caldamente, o ve ne pentirete!! Non lasciatevela scappare, soprattutto se come me amate queste ambientazioni!!


Voto:5/5







Passion:4/5



Alla prossima
-Angela <3

venerdì 19 agosto 2016

Realese Blitz: "Adam" di Giovanna Roma



Buon Giorno miei cari lettori,
oggi vi presento un post un pò diverso, in collaborazione con il blog dell'autrice Giovanna Roma, vi presenterò il suo ultimo romanzo Adam il primo della serie Deceptive Hunters. Di seguito troverete tutte le informazioni, la sinossi, un piccolo estratto e il link del giveaway con il quale avrete la possibilità di vincere una copia digitale del romanzo *-*, fossi in voi ne approfitterei.

Non mi resta che augurarvi buona lettura e buon fortuna,

Baci,

- Angela <3







Titolo: Adam
Series:  Deceptive Hunters
Autore: Giovanna Roma
 Editore: Self Publishing
Genere:  Dark Contemporary
Prezzo ebook (in offerta dal 18 al 22 agosto)  : €1.99
Prezzo ebook (dopo il 22 agosto) : € 2.99










Sinossi
Ho sempre saputo come sarebbe stata la mia vita.
La mia storia è stata scritta da qualcun altro e non è certo una trama felice.
Solo. Letale. Killer.
Circondata dalla feccia della società. Dipendente. Vuota.
Niente legami. Fuori dal lavoro non esiste una vita vera per me.
Soltanto il baratro.
Tutti si proclamano innocenti, finché il mio proiettile non decide per loro.
Io vedo cosa nascondono dietro la maschera. Li scopro animali.
Poi qualcuno si mette in mezzo e complica le cose.
Qualcuno mi ha urlato in faccia e sono stata costretta ad affrontare i mostri nella mia testa.
Inizia la caccia.
Inizio la fuga.
Ora un bivio cambierà per sempre ciò che sono.
Ora tutto sarà diverso. Finalmente sarò solo io e nessun'altra.

**Attenzione**
Dark contemporary romance
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Leggerlo potrebbe scioccarvi, persino disturbarvi. 





*Estratto*
<<Ho chiamato la polizia. Saranno qui a momenti» avverte a voce alta, mentre io continuo a voltarle le spalle.
Inutile guardarla negli occhi: so che mente. Non ci sono telefoni in giro e il suo è ancora nella mia tasca. Non può scappare, perché per raggiungere l'uscita dovrebbe attraversare la cucina.
La vedo chiaramente nella mia mente. I capelli scompigliati, la voglia nei suoi occhi scuri, la bocca che prega di essere riempita da me.
Cazzo, non istigarmi.
Stringo forte gli occhi per togliermela dalla testa. Chiudo le dita in un pugno per sopportare la mancanza di contatto. Respiro a fondo per recuperare la mia calma omicida.
«Allora sbrigati a prepararmi la colazione.»
Getto scocciato la teiera nel lavandino, producendo un fragore che risuona tra le pareti spoglie dell’appartamento. Il silenzio acuisce il rumore. Non c’è neanche una bustina di tè, a cosa le serve la teiera?
Mi giro e la vedo in piedi sotto l’arco che separa la camera dalla cucina. Indossa dei pantaloncini scuri e una maglia blu di cotone. Sento la tentazione bussare alla mia porta. La sua fermezza d'acciaio ha le sembianze di Eleanor. È una combinazione di vulnerabilità e bollente disprezzo. Gli occhi scivolano affamati sulle sue giovani curve. Percepisco ancora il formicolio sulle mani e devo infilarle nelle tasche dei pantaloni per non correre a stringerla.
Quali parti non ho ancora posseduto di quel corpo? Quali gemiti mi nasconde?
«Ti prenderanno e ti sbatteranno al fresco.»
Incrocia le braccia al petto e punta un piede contro il muro alle sue spalle.
«Sbatteranno al fresco il tuo dio, allora.» Sbriciolo le distanze piano e fingo di riflettere. «Se non erro è così che mi hai chiamato.» Le punto addosso gli occhi, inchiodandola nella sua posizione. «Quando la tua piccola figa mi serrava forte.»
«Mi assicurerò che gettino via la chiave.» Finge di non udirmi, però il rossore sulle guance la tradisce.
Crede di innervosirmi? È eccitante, invece. Accorcio le distanze divertito. «Sei sempre così bagnata per gli uomini che giuri di non portarti a letto?»
«Fossi in te scapperei. Quelli non scherzano» insiste meno sicura di un attimo prima. «Tu sei folle. Hai ucciso un uomo.»
«Se lo meritava.»
Deglutisce a fatica e abbassa la testa. Poverina, provo quasi pena per lei. «Ti svelo un segreto, Eleanor.» Sfioro il suo orecchio con le labbra e la sento rabbrividire. «Non serve essere folli, per essere assassini.»
La sua voce è un sussurro e freme contro la mia guancia. «Quanti l'hanno meritato?»
Bambolina, chi credi che tenga più il conto?
La mia risposta è una scrollata di spalle.
Abbandona le braccia lungo i fianchi e sposta il peso da un piede all’altro. L’ho visto fare spesso ai miei clienti quando erano in difficoltà. Non finiva mai bene... per loro. Sono vicinissimo, tanto da respirare il suo profumo dolce. Le blocco il passaggio con un braccio e la scopro sempre più esitante. La sua paura sta tornando, si nasconde dietro a ogni suo movimento. Ne ho bisogno. Me ne nutro. Mi ricorda perché sono qui, che diavolo esigo da lei.
«Lo sai che se arrivassero...» Interrompo la frase di proposito e con solo i polpastrelli delle dita risalgo sul suo fianco, sotto la maglia. Un brivido la percorre e si contrae appena. Ritornano alla mente il colore scuro dei suoi occhi, tanto diversi dai miei, il sapore della sua pelle eccitata, il suono soffice dei suoi gemiti divenuti sempre più simili a grida di piacere man mano che penetravo in lei. Giungono come un’onda che mi spinge ancora di più a piegarmi su Eleanor. La brama affiora e mi rende furioso. Cresce, alimentata dai cinque sensi. Sarebbe opportuno che provassi indifferenza o disprezzo, ma desiderarla... Strumento. Burattino. Ripeto quello che è, che dovrebbe essere, e giuro, sarà. «Dovrei ucciderti seduta stante.»
Resasi conto della gravità di quello che ho appena rivelato, dovrebbe guardarsi intorno in cerca di una via di fuga. È come un topolino schiacciato tra le zampe di un leone affamato, eppure non stacca gli occhi dai miei.
Cosa la rende così sicura di sé? Sembra chiamarmi, quasi aspettarsi che mi avvicini ancora. Gli occhioni scuri vibrano luminosi. Sta tramando qualcosa, lo sento. Vorrei che fossero a causa mia, però non sono il tipo che cade nel facile gioco delle illusioni. Ho avuto tante donne nella mia vita e so distinguere l’interesse di una spogliarellista da uno disinteressato. Quello di Eleanor è più simile a chi sta per commettere qualche stronzata, di cui si pentirà l’attimo dopo.

venerdì 12 agosto 2016

Recensione: "Lui vuole me" di Ava Lohan

link acquisto Amazon





Titolo: Lui Vuole Me
Autore: Ava Lohan 
 Editore: Self Publishing
Genere:  Erotic Romance
Prezzo ebook : € 2.99
Prezzo Cartaceo : € 13.50












Buongiorno Readers,
nuova recensione oggi, di un libro molto chiacchierato, criticato forse anche troppo e in maniera ingiustificata, ma questo è solo un mio parere personale. Il libro di cui vi voglio parlare oggi è "Lui Vuole Me" di Ava Lohan, il primo libro che leggo di questa autrice di cui ho apprezzato molto lo stile fluido e scorrevole che non ti stanca e che ti fa procedere nella lettura tutto d'un fiato fino alla fine. 
Ma procediamo per gradi,

Sinossi:
Mancano diciassette giorni per prendere i voti, quando per salvare il convento mi ritrovo costretta ad accettare il compromesso del suo nuovo arrogante proprietario.
Lui vuole me, una novizia, per due settimane. Il mio corpo in cambio del convento. Questa è la sola possibilità che mi offre per non perdere la mia casa.
Ma Kegan Anderson non è come la maggior parte dei ragazzi: lui è a capo del Lust, il club privato più esclusivo e lascivo di Long Island. Ed è lì che vuole portarmi.
Kegan è abituato a vendere il suo corpo e quello dei suoi dipendenti. Non prova niente per nessuno e non va mai a letto più di una volta con la stessa persona a meno che questa non lo paghi.
In questi quattordici giorni non posso negargli il mio corpo, ma devo riuscire a preservare il mio cuore e a ignorare l’attrazione che sento per lui e ciò che mi fa provare. Perché Kegan è una bestia. E la bestia non ama, distrugge.



Immaginatevi di essere voi la protagonista e che come Rose siete ad un passo dall’iniziare una vita al servizio del Signore, ad iniziare un nuovo cammino in quello che è la vocazione. E poi qualcosa o meglio qualcuno vi sconvolga tutto, il vostro equilibrio, la vostra vita. Il lui in questione è Kegan, un uomo dal grande fascino che piomba nella vita di Rose,  travolgendola radicalmente. Infatti Kegan non è li a fin di bene, o quanto meno è li per soddisfare solo i suoi desideri, ben conscio che come sempre la spunterà. Il bel tenebroso Kegan, con quello sguardo che riesce a far smuovere anche la donna più rigida è lì per un compromesso/minaccia: o Rose passerà due settimane con lui, oppure , in quanto nuovo proprietario del convento, lo raserà al suolo per costruire un albergo.

Rose è costretta ad accettare, il convento è la sua casa, il suo rifugio, il luogo dove è cresciuta e non vuole permettere una simile fine né al convento né alle sue consorelle. Ma c’è di più, c’è un qualcosa che la spinge verso Kegan, verso quegli occhi, quel fisico possente, quella bocca sensuale, come una forza, come se lui fosse il magnete a cui lei deve legarsi.

E così Rose viene strappata via dal suo ambiente e viene catapultata in mondo e in un contesto del tutto diverso, il Lust, il club privato più esclusivo e lascivo nel quale tutti i desideri  e gli appetiti più nascosti  vengono soddisfatti. Nei quattordici giorni che le rimangono Rose non potrà negare a Kegan nulla del suo corpo, per quattordici giorni l’unico proprietario del suo corpo sarà lui, ma Rose ha una missione più importante, quella di preservare il suo cuore, di impedirsi di provare qualsiasi sentimento per Kegan, “la bestia” come viene chiamata al club, per quest uomo senza sentimenti che distrugge tutto ciò che incontra senza remore…

Riuscirà Rose nel suo intento? Il cuore smetterà di battere ogni volta che i suoi occhi poggeranno su di lei? Ma la domanda più importante è, Kegan resterà sempre “la bestia” oppure Rose sarà la chiave che permetterà al cuore di battere ancora?

<<Kegan era come il fumo, una volta iniziato, smettere diventava quasi impossibile. La forza di volontà doveva essere maggiore della voglia di nicotina, della sensazione dentro la bocca, della sigaretta tra le labbra. E lui era nocivo, e faceva male come il fumo. Ne ero consapevole, eppure la sua influenza superava la mia voglia di conservarmi intatta fino alla mia uscita definitiva dal Lust. Le sue labbra erano la mia nicotina, e nonostante il desiderio di disintossicarmi, se lui si fosse avvicinato io avrei permesso a quella bocca di farmi qualsiasi cosa>> 
La lettura del romanzo è stata molto gradevole, l’ho divorato in meno di due giorni, e nonostante alcune situazioni siano state previdibili, nulla distoglie dal fatto che la Ship (come si dice in gergo di telefilm) Rose-Kegan sia partita fin dalla prima unione dei loro sguardi. Insieme si completano, sono due metà che solo insieme raggiungeranno la perfezione. Da un lato abbiamo lei, la timida Rose, che fin dall'inizio sa che trascorrere giorni con Kegan farà vacillare tutte le sue certezze. Lei sa che c’è qualcosa che lo lega a quell'uomo così affascinante e sebbene tenterà in tutti i modi di negarlo, di negargli l’accesso anche al suo cuore oltre che al suo corpo, inevitabilmente finirà per innamorarsene. Questo combattimento interiore lo vedremo scorrere pagina dopo pagina, scena dopo scena, visto che il libro è interamente narrato dal POV della protagonista. Pertanto vedremo e vivremo la storia attraverso le sue emozioni e molto spesso si creerà un connessione tra lettore e protagonista, o almeno questo è quello che ho vissuto io.

Dall'altro abbiamo Kegan, uno dei personaggi maschili più complessi e con mille sfaccettature mai incontrati. Per conoscere bene Kegan bisogna avere l’accortezza di non fermarsi alla superficie, di non dare peso ai giudizi e alle dicerie, ma di scavare in profondità per cercare di capire cosa si cela dietro la perfezione e la bellezza magnetica di questo personaggio. È vero il rapporto che si ha con Kegan è un rapporto odio/amore, ma è anche vero che il suo personaggio sarà quello che affronterà un percorso di cambiamento che lo porterà fuori dall'autodistruzione, dal rivedere le sue priorità. Come ogni personaggio misterioso che si rispetti ,capitolo dopo capitolo , conosceremo il suo passato, il suo dolore, il suo essere stato usato fin da bambino, insomma tutto quello che lo ha reso la bestia distruttrice che è diventato, ma non vi svelo altro altrimenti vi toglierei il gusto di leggere questo romanzo.
Se c’è una cosa che ho realizzato quando ho deciso di leggere questo romanzo, è come l’ipocrisia e perché no l’ignoranza della gente possa creare equivoci e influenzare negativamente la lettura di un libro. Credetemi ne ho lette di cotte e di crude, gente che accusava l’autrice di blasfemia, di aver creato una storia troppo cruda, che non doveva permettersi di farlo e tante altre cose che non sto qui a riportare. Dal mio modesto parere posso dire che questi sono commenti del tutto esagerati ed inopportuni, fatta da gente che molto spesso appare quello che non è, quindi Ava se mai mi leggerai, ti dico solo vai avanti, non ti curar di loro e continua a scrivere senza censurarti o privarti di nulla. Pertanto cari lettori prima di giudicare a priori leggete sempre voi perché il vostro gusto personale può stravolgere davvero tutto.

Voto: 3 e mezzo/5

E mezzo



Passion:5/5





See you soon

-Angel<3 









mercoledì 10 agosto 2016

Recensione: "Voglio amare te" di Ella Gai






Titolo: Voglio Amare Te
Autore: Ella Gai
 Editore: Self Publishing
Genere:  Romance
Prezzo ebook : € 2.99
Prezzo Cartaceo : € 10.60










Good Morning readers,
come state? Come procedono le vostre vacanze?
Le mie vanno a gonfie vele, mi sto rilassando, godendo la mia Sicilia e trovando finalmente il tempo per i miei libri e per le mie serie tv (eh si sono anche una telefilm addice, non mi faccio mancare nulla)…
Dopo questo update andiamo a noi; nuova recensione, e che recensione!! Un libro che io e scommetto molti di voi ha atteso fino allo sfinimento: “Voglio amare te” di Ella Gai pubblicato in Self-Publishing il 20 luglio scorso, il seguito del best seller “Odiare, Amare e Baciare” edito da Newton Compton Editore.

Sinossi:
E se un giorno all'improvviso sentissi il tuo cuore fare tum tum?
E se quello stesso giorno il tuo destino decidesse di cambiare di nuovo le carte in tavola della tua vita e giocarti un tiro mancino?
E se potessi scegliere tu... chi vuoi amare?
Al principio si sono odiati, poi si sono amati e alla fine si sono persi.
Le coincidenze, il destino non hanno alcuna importanza quando si parla di Anna e Andrea. Si sono conosciuti per sbaglio nel 2012 e si sono innamorati. Ma il destino ha in serbo per loro un secondo incontro - scontro.
L'accordo di sesso, poi diventato amore si è frantumato una mattina di giugno quando Anna viene investita da una macchina e da allora Andrea non sa più nulla di lei. Anna scompare, non lascia traccia di sé, diventa un fantasma immaginato da un uomo di quasi quarant'anni che desidera l'amore, ma che, fino ad allora, non voleva concedersi.
Ma si sa per Anna e Andrea le coincidenze non esistono, e il lungo e sottile filo rosso che li unisce è destinato a intrecciarsi e annodarsi con altre vite. Ma allora perché quando si rincontrano per sbaglio nessuno dei due riesce a fare a meno di pensare all'altro?
Questa volta però, le loro vite sono cambiate: Andrea è diverso, non fa più il playboy, non usa più le donne come kleenex e Anna è più grande, non è più la ragazzina che si fa mettere i piedi in testa da Luca, il suo ex fidanzato.
La storia d'amore tra la ragazza di vent'anni e l'uomo di quarant'anni, che ha catturato decine di lettrici prima con il selfpublishing e poi nella nuova veste in libreria, torna per raccontare l'epilogo di quella è stato uno dei romanzi più chiacchierati degli ultimi due anni.


Sono passati due anni dagli avvenimenti conclusivi del primo volume, che ci avevano lasciati senza fiato, vogliosi di sapere cosa sarebbe successo. Due anni dalla pubblicazione del primo volume che ci ha fatti innamorare di loro, i due protagonisti della nostra storia, la ormai ventiduenne Anna, e il nostro affascinante quarantaduenne Andrea.

Due anni nell’arco di una vita possono sembrare un lasso di tempo breve, di poco conto; ma in due anni tutto può succedere, cambiare, evolversi, e questo romanzo ne è la prova lampante.  Ma immaginate se due anni della vostra vita venissero spazzati via dalla vostra memoria, tutti i ricordi, le gioie, i dolori, la monotonia perché no, venissero cancellati come formattati dalla vostra vita.  È questo che ha dovuto affrontare Anna dopo l’incidente, un blackout che ha rimosso due anni della sua vita, quei due anni densi di avvenimenti,  di paure, di gioie, di amori, ma soprattutto di Andrea, quell’uomo che aveva fatto battere il cuore alla giovane, di cui adesso nemmeno ricorda più il nome. Due anni dimenticati, una nuova vita completamente diversa; ora Anna lavora per il padre, e si sente in gabbia per via della perenne preoccupazione di coloro che le stanno attorno. L’unica nota che sembra darle felicità è la presenza del fidanzato che tuttavia si preoccupa anche troppo e vuole che si trasferisca con lei a New York…

Dal canto suo Andrea non è mica rimasto casto e puro in questi due anni, voglio dire lo conosciamo troppo bene e sinceramente avrebbe stonato con l’essenza del personaggio,  e quelle caratteristiche che ci hanno fatto perdere la testa avrebbero sconsacrato l’essenza del nostro uomo … 
                                                                      
Andrea infatti, dopo aver perso le speranze di ritrovare Anna, convinto che la loro storia fosse ormai un capitolo chiuso, ha intrapreso una sorta  relazione, indovinate con chi? Manuela, la migliore amica di Anna, che approfittando della situazione vissuta dall’amica (bella mossa complimenti!!), ha tessuto la sua rete, depistando e fuorviando Andrea circa le vere condizioni di Anna (Andrea infatti non sa che ha perso la memoria), e allontanandosi conseguentemente da Anna, onde evitare qualsiasi nuovo contatto tra i due.  Manuela è innamorata persa del fascinoso Andrea, sentimenti però non ricambiati da quest’ultimo che la vede solo come un passatempo, e come sempre è ben lungi dall’essere l’unica donna nella vita del nostro playboy.

Ma se il destino, il fato li aveva fatti incontrare casualmente due anni prima, anche questa volta farà il suo gioco, ed anche questa volta un incontro fortuito farà (ri)nascere l’interesse di Anna per quel “vecchio” come lo chiamerà lei, e farà risvegliare in Andrea quei sentimenti assopiti, rilegati che aveva tenuto chiusi per tanto tempo.  

<<Ancora non capisco>>, pronunciò con gli occhi in alto a scrutare il soffitto. <<Perché noi, perché io?>> disse infine guardandomi in faccia.
Ecco che ritornavano i perché. Avrei voluto dirle: perché sei ciò che non ho mai avuto e ho sempre desiderato, perché sei mille volte meglio di me, perché sei tremendamente tu anche quando vuoi nasconderti dietro quella facciata da donna adulta. Per questo e per altre mille ragioni senza un perché […]

In un intreccio fatto di destino ma anche di scelte dei nostri due personaggi, vedremo queste due anime ricongiungersi e amarsi anche più di prima, pur tuttavia con tutti gli ostacoli e gli antagonismi del caso. Scopriremo molto del passato di Andrea, molte domande che sono sorte nel primo libro avranno una risposta, e allo stesso tempo rivedremo molti personaggi che speravamo di non rivedere ma che avranno la fine che meritano.  Gioiremo, ci dispereremo , ci arrabbieremo, piangeremo, insomma la cara Ella non si è di certo smentita in questo capitolo conclusivo, denso di colpi di scena che ci farà stare incollati pagina dopo pagina ignari del tempo che scorre.

Sono rimasta molto soddisfatta, i due anni di attesa sono stati ripagati alla grande, nonostante non sia ancora pronta a dire addio a due personaggi che mi sono entrati nel cuore. Anna in particolare sarà un personaggio che non dimenticherò facilmente, l’abbiamo vista crescere, in questo capitolo conclusivo è diventata una donna forte, coraggiosa che sa quello che vuole, e che se all’inizio potrebbe erroneamente apparire infelice, ben presto prenderà in mano le redini della sua vita e sceglierà i  suoi sogni. Anche Andrea alla fine ha scelto la giusta via, la via dell’amore e della felicità, e in questo secondo volume ha dimostrato il suo grande cuore, la sua vera faccia, troppo spesso nascosta da quella sua aria spavalda e arrogante. Scopriamo un Andrea diverso, migliore, più di cuore, che se possibile ci ha fatte innamorare ancora di più.

Ogni tassello ha preso il suo posto nel puzzle che racchiude questi due anni intensi e non posso che ringraziare Ella per averci fatto conoscere questi due personaggi  che ci hanno insegnato molto, ci hanno fatto capire che l’amore è un sentimento che va al di là dell’aspetto, dell’età, di ciò che potrebbero pensare gli altri; l’unica cosa che conta è il sentimento che lega due anime per sempre. Se due anime sono destinate a stare insieme niente e nessuno potrà evitarlo, forse si, potrà rallentarlo, ma alla fine trionfa sempre. Certi legami sfidano le distanze, il tempo e la logica. Perché ci sono legami che sono semplicemente destinati a essere.   

Voto: 4/5









Passion: 3/5